18/10/2019, ore 15:23 |  Login  |  Registrati
Ricerca Film in database:
Bookmark and Share

Skip Navigation Links

[DVD] Il re dei mostri


 


  

Era annunciato per il 19 Dicembre 2018, e invece alla fine il DVD de Il re dei mostri è arrivato nei negozi soltanto pochi giorni fa, il 16 Gennaio 2019. Il ritardo non ha fatto altro che rendere ancora più ghiotta l'uscita di questo secondo film di Godzilla, l'unico – lo ricordiamo – che finora risultava completamente inedito su qualsiasi supporto per l'home cinema. Possederlo non era quindi un semplice capriccio da collezionista, perché questa prolungata assenza ha di fatto reso completamente indisponibile per decenni la versione italiana del film, che ora possiamo visionare con attenzione.


Come abbiamo rivelato per primi nel Dicembre del 2017, la “resurrezione” del film è da attribuirsi al collezionista Giovanni Mongini (fra i più autorevoli cultori di fantascienza che ci siano in Italia), che era riuscito insperatamente a ritrovare una rarissima copia in pellicola del film. Questo evento ha spianato la strada all'uscita home video.


Ecco una foto del DVD, numero #136 della collana Sci-Fi d'Essai dell'editore Sinister Film:


La cover, come si può notare, riproduce lo splendido manifesto italiano d'epoca, realizzato dal Maestro Angelo Cesselon per l'uscita cinematografica del 1957 a cura della Cestia Film. Il bozzetto è usato anche per la serigrafia del DVD:


L'edizione valorizza in modo particolare questa opera pittorica, tanto che la include pure in un pieghevole interno alla confezione:


Una volta “aperto”, il pieghevole mostra il poster in tutta la sua bellezza (la carta è comunque molto leggera e porosa, non “da manifesto”). Da notare che in entrambi i casi è stato eliminato il nome del distributore italiano, presente sul cartellone originale.


Soffermandoci ancora un attimo sulla fascetta, ve ne proponiamo il retro:


E qui fate caso a un particolare, le curiosità subito dopo la sinossi:


Pur con qualche variazione, sicuramente per risparmiare spazio, sono praticamente le stesse della scheda presente sul nostro sito, abbiamo fatto scuola a quanto pare. Ve ne accorgete anche perché la sinossi indica il secondo mostro del film come “Angilas”, mentre le note usano la dicitura internazionale “Anguirus”, la stessa che usiamo sempre qui su Fantaclassici.


Il che ci porta all'edizione italiana del film, dove temevamo di ritrovarci dei nomi inventati: ricordiamo infatti che il film, pur arrivando nelle nostre sale a pochi mesi di distanza dal primo Godzilla, poggiava su una mitologia ancora poco nota. Gli americani ne approfittarono, rimontando selvaggiamente il tutto e intitolando il film Gigantis the Fire Monster. Farà invece piacere sapere a tutti gli appassionati, che la nostra edizione è molto fedele invece alla versione originale. Godzilla è insomma Godzilla, e non Gigantis o qualcosa di peggio!


Più controverso il caso di Anguirus: lo “spinoso” mostro, nel doppiaggio italiano diventa infatti un “Anguillosauro” (e non un anchilosauro) poi abbreviato ne “L'Anguirus”, con l'articolo e letto così come si scrive. Considerata la tendenza tutta nostrana a creare nomi improbabili come Watang o Ghidòrra, è andata fin troppo bene. I nomi dei personaggi umani sono invece corretti, fatto salvo qualche errore di pronuncia, tipico dell'epoca. Possiamo in ogni caso ritrovare Anguirus usato correttamente nei sottotitoli, che non sono tirati dal doppiaggio, ma frutto di una nuova traduzione dei dialoghi:


La fonte audio da pellicola assicura una resa più che dignitosa del doppiaggio, pur con qualche salto dovuto a chiara usura della fonte, in cui subentrano i sottotitoli italiani. Da notare che l'edizione è comunque curata, i cartelli in giapponese infatti sono pure sottotitolati a dovere.


Venendo al video, la fascetta sbandiera un “restauro 4K” che però sembra abbastanza lontano dal vero: il quadro è chiaro e con un buon contrasto, ma sono presenti vari graffi tipici di una pellicola non restaurata. Un veloce confronto con l'edizione DVD americana della Classic Media, in nostro possesso, denota comunque un quadro più luminoso nel DVD Sinister, a tutto vantaggio degli spettatori italiani. Se poi allarghiamo il cerchio e confrontiamo la resa con quella del DVD italiano del primo Godzilla (edito dalla CG/Yamato anni addietro), anche in questo caso Il re dei mostri esce a testa alta dal confronto. Un'edizione insomma certamente fruibile.


Il reparto extra mostra i titoli italiani originali, “arricchiti” da un altro elemento tipico delle edizioni nostrane d'epoca: una lunga e non richiesta didascalia stile “film neorealista” che ammonisce contro i pericoli del nucleare e lo spregio della natura (ma perchè??!). Bene in ogni caso aver riproposto questo reperto come curiosità per collezionisti. Sono presenti sia i titoli di testa che il cartello conclusivo con il più classico “Fine”.

L'altro extra è una breve galleria fotografica composta da 18 elementi (per un totale di 1 minuto e 49 secondi di durata). Sono presenti sia foto di scena che i manifesti italiani, giapponesi e americani (anche quelli dell'infame versione Gigantis the Fire Monster).

Non sono presenti ulteriori extra (l'edizione Classic Media offriva le due versioni del film e una featurette sulla suitmation), ma trattandosi di una prima visione assoluta per l'home video, in questo caso il vero protagonista è il film e poterlo finalmente possedere in collezione è una soddisfazione davvero “mostruosa”!