02/04/2020, ore 08:34 |  Login  |  Registrati
Ricerca Film in database:
Bookmark and Share

Skip Navigation Links

[LIBRI] Luigi Cozzi racconta Godzilla


 


  

Autore che ha votato la sua vita alla fantascienza in varie forme (come divulgatore, regista, distributore cinematografico, editore), Luigi Cozzi è naturalmente anche una figura legata a Godzilla e alla sua mitologia, cui ha dedicato molti scritti. Qui vediamo due suoi libri, fra i più rappresentativi di una produzione articolatasi anche attraverso i vari contributi sparsi su riviste e sugli altri volumi pubblicati dalle edizioni Profondo Rosso.

Godzilla & Company” si presenta come il primo volume di una collana dedicata al cinema di fantascienza degli anni Cinquanta e vuole offrire una panoramica dei principali mostri giganti che hanno imperversato sugli schermi in quel periodo. Superata una breve introduzione in cui si tracciano le coordinate del filone arrivando anche a imbastire una “trama-tipo” dei film interessati, i successivi capitoli sono monografici e dedicati di volta in volta a un singolo mostro: King Kong, il Rhedosauro de Il risveglio del dinosauro, le formiche di Assalto alla terra, Godzilla, Il mostro dei mari, Tarantola, il gigante meccanico di Kronos, l'Ymir di Harryhausen, fino a due capitoli più generici sugli insetti giganti (“I figli delle formiche”) e i mostri preistorici (“Dinosauri e mondi perduti”). In ogni capitolo vengono forniti brevi cenni sulla produzione dei film e si scende nel dettaglio delle trame, con tanto di citazioni dalle battute, così come pronunciate nei doppiaggi d'epoca.

Il capitolo 11 (“Il re dei mostri”) apre la più corposa parentesi su Godzilla attraverso il confronto dettagliato delle due versioni in cui circola il primo film, ovvero l'originale giapponese e il rimontaggio americano. Il meglio è riservato però al capitolo 12 (“Cozzilla”), nel quale l'autore fornisce testimonianze di prima mano sulla celebre riedizione colorizzata del 1977, sulle ragioni che lo hanno spinto a realizzarla e sul lavoro svolto. Trattandosi di un'occasione più unica che rara di leggere le testimonianze di un operatore italiano che ha avuto a che fare direttamente con la distribuzione di titoli legati a Godzilla, il capitolo è certamente molto prezioso. Cozzi compie un viaggio che parte dalla prima visione del film nel 1957 (anno della prima distribuzione italiana) fino al lavoro sulla riedizione, descrivendo un arco narrativo completo che, opportunamente ampliato, poteva anche costituire un ottimo materiale per un libro a sé.

La carrellata riprende con i capitoli successivi, dedicati a Gwangi, a Gamera, agli altri mostri della Toho e al Godzilla di Roland Emmerich. Il volume si chiude poi con un'appendice che traduce due articoli esteri (qui unificati in uno solo) con un'intervista alla figura di Virgil W. Vogel.

Il volume ha un carattere esclusivamente appassionato, divulgativo e non critico, è corredato di foto in bianco e nero, secondo un'impaginazione volta più ad affastellare il materiale che a metterlo in ordine e rievoca perciò le vecchie fanzine - in effetti una nota in copertina lo collega alla rivista “Mysterio” pubblicata sempre da Profondo rosso.


Nel 2014, per cavalcare l'attesa del Godzilla di Gareth Edwards, Cozzi ha rimesso mano al libro, pubblicando un “Godzilla 2014” che di quell'opera pionieristica può considerarsi la versione aggiornata, pur essendo a tutti gli effetti una pubblicazione nuova. La struttura è infatti in due parti con la prima, sempre divulgativa e affidata allo stesso Cozzi, che riprende i capitoli di "Godzilla & Company" dedicati al solo sauro atomico, lasciando fuori tutti gli altri.

Ritroviamo quindi l'introduzione al personaggio (già capitolo 4 del libro precedente e qui capitolo 1), il confronto fra le due versioni del film (ex capitolo 11, qui 2), la cronaca su Cozzilla (ex capitolo 12, qui 3) e il capitolo sul film di Emmerich (che nell'altro libro era il 16, qui è il 4). Novità è il capitolo 5 sul film di Edwards, all'epoca della pubblicazione prossimo all'uscita e quindi non visionato dall'autore, che si limita perciò a una breve anticipazione con qualche informazione.

La seconda parte ugualmente inedita e corrispondente al lungo capitolo 6, è invece curata da Riccardo Rosati, saggista attivo anche in altre pubblicazioni dedicate al genere, e cerca di porsi quale contraltare critico alla componente informativa affrontata da Cozzi. L'esposizione è a largo raggio e cerca così di rendere conto di “evoluzioni e cambiamenti” (come da titolo) nella lunga storia del sauro atomico, con il dichiarato intento di porsi quale analisi seria e scevra dalle tendenze imperanti che mirano a sminuire e ricondurre sempre il genere a sottoprodotto di scarsa rilevanza.

In realtà, come ormai sappiamo, testi critici validi sul kaiju eiga non mancano sia in Italia che all'estero, e l'excursus, con brevissimi paragrafi dedicati ai film realizzati in Giappone nel corso dei decenni, non aggiunge nulla a quanto già letto altrove ed è perciò destinato a scalfire solo la superficie del tema.

Il carattere è dunque quello dell'instant book, buono per battere il ferro caldo del ritorno in sala di Godzilla, quale ipotetica infarinatura sulla saga per chi si approccia alla stessa per la prima volta. Ciononostante il volume si lascia preferire al precedente per la presentazione più curata, con copertina lucida e foto d'epoca maggiormente contestualizzate rispetto ai vari capitoli. Cozzi completa inoltre la trattazione rispetto al prototipo, spiegando ad esempio i motivi della mancata pubblicazione home video di Cozzilla, promessa nell'altro libro. La sua testimonianza sull'edizione del 1977 resta, in ultima analisi, il motivo di principale interesse di entrambi i testi.

In definitiva, chi fosse in dubbio su quale libro possedere può rivolgersi tranquillamente al secondo. A meno di non essere “completisti” incalliti ovviamente, nel quale caso diventa d'obbligo possederli entrambi!


Godzilla & company – Il cinema dei grandi mostri dal Risveglio del dinosauro in poi
di Luigi Cozzi
Collana Il cinema di fantascienza negli anni Cinquanta vol. 1, a cura di Maria Letizia Sercia
di Mystero la rivista del possibile in collaborazione con Profondo rosso
Una pubblicazione edita da Mondo Ignoto s.r.l. e realizzata per conto di Profondo rosso
Anno 2001 (quella qui recensita è la seconda edizione di Dicembre)
258 pagine, 21 euro


Godzilla 2014
di Luigi Cozzi, Riccardo Rosati
Pubblicato da Profondo Rosso sas
160 pagine, 19 euro