14/08/2020, ore 14:14 |  Login  |  Registrati

Ricerca Film in database:
Bookmark and Share




Skip Navigation Links
 HOME 
 FILM 
 NEWS 
 G WORLD 
 COMMUNITY 

:..ULTIMI ARTICOLI PUBBLICATI..:


:..ULTIME SCHEDE FILM INSERITE..:

ULTIME NEWS

The Great Buddha Arrival: in arrivo l’edizione 2020!


 
  Dopo la lunga pausa per l'emergenza coronavirus, The Great Buddha Arrival si appresta a tornare sul grande schermo!

Dopo aver toccato anche alcune città europee (si legga la News precedente sul calendario degli eventi) e fatto tappa al festival cinematografico G-FEST XXVI di Chicago (13-14 luglio 2019), il roadshow era proseguito al Kyoto Minami Kaikan (22 novembre - 5 dicembre 2019) e al Sapporo Plaza 2.5 (15 - 16 febbraio 2020) per poi fermarsi a causa del Covid-19 (la proiezione prevista l’1 marzo al Sukagawa Civil Exchange Center Tette era stata annullata).

Il tour riparte da Tokyo dove il film è in programma al cinema Ikebukuro Humax da venerdì 4 settembre a giovedì 10 settembre e sarà presentato in “edizione 2020”.
Si tratta in pratica di una versione estesa contenente delle nuove sequenze che si stanno girando in questi giorni e che vedono all’opera due interpreti molto noti al pubblico degli appassionati e che nelle foto a seguire hanno posato in compagnia del regista Hiroto Yokokawa, oltre a ciò attualmente impegnato nella realizzazione di Nezura 1964.

Il primo è Bin Furuya, lo storico attore che ha impersonato Ultraman nella serie originale del 1966, che riveste il ruolo del nipote di Edamasa.




Il secondo è Shiro Sano, che ha recitato in numerose pellicole di genere tokusatsu, nella parte di un giornalista televisivo.




Segue il trailer diffuso online per promuovere l’evento:




La discussione sul forum

 

Recensione del Godzilla SaldaPress


 
  

Dopo i tanti annunci è arrivato finalmente il momento di “toccare con mano” il volume che segna ufficialmente la prima tappa della proposta organica dedicata ai fumetti di Godzilla da parte di SaldaPress!

Il bel libro Godzilla: La guerra dei 50 anni, scritto e disegnato da James Stokoe, ci ha conquistati e coinvolti, come leggerete nell'analisi che ne evidenzia i punti di forza, le scelte stilistiche, i legami con la saga cinematografica (rispetto a cui si pone comunque in maniera parallela) per finire, naturalmente con l'edizione italiana.


Come sempre l'articolo è raggiungibile dal link sottostante, il forum e la pagina Facebook restano invece gli spazi per tutti i commenti:

[FUMETTI] Godzilla: La guerra dei 50 anni


 

Godzilla vs Kong rivelato... dai giocattoli!


 
  

In attesa che la promozione cinematografica batta un colpo, attingiamo da fonti parallele per nuove informazioni su Godzilla vs Kong!

In questi giorni i listini Walmart hanno infatti rivelato le nuove uscite di Playmates Toys dedicate al film di Adam Wingard, che dovrebbero entrare in distribuzione in America da agosto. Le avevamo già anticipate un paio di giorni fa sulla nostra pagina Facebook, ma ora le rivediamo nel dettaglio: si tratta del Giant Godzilla e del Giant Kong alti 11 pollici (circa 29 cm). Ecco gli scatti promozionali:











Si può notare come i giocattoli confermino il dettaglio del Kong adulto con la barba, già osservato nei precedenti banner del film che avevamo postato sempre su Facebook. E sempre a proposito di banner, è proprio la confezione dei toys a rivelarne uno nuovo (aspettiamo anche di capire se la grafica del logo sarà quella definitiva pure per il film):


L'aspetto però più interessante è la spettacolare immagine promozionale presente sul retro delle confezioni con i due Titani che si fronteggiano sul ponte di una portaerei:


L'artwork fa riferimento a una scena del film, rivelata lo scorso dicembre a un Warner Bros expo. Lo scatto trapelato in rete è di pessima qualità (trattandosi ovviamente di un leak), ma resta comunque utile come riferimento:


Come si può notare, la scena conferma anche che Kong è cresciuto e ora il divario con Godzilla non è più così enorme.

A questo possiamo aggiungere un secondo modellino che mostra Kong ferito e armato di un'ascia da battaglia (in questo caso l'altezza è di 6 pollici, circa 15 cm, dunque più piccolo, come conferma l'ultima immagine "in mano"):







In questo caso non sappiamo se l'arma sarà presente anche nel film: ricordiamo infatti che i giocattoli spesso aggiungono dettagli per aumentare il divertimento di chi li usa. In ogni caso i vari indizi sembrano promettere certamente uno scontro molto articolato!


 

Il prossimo fumetto di Godzilla da SaldaPress


 
  

L'uscita di Godzilla: La guerra dei 50 anni è ormai realtà (la nostra recensione arriverà prossimamente) e mentre ci godiamo il bel volume cartonato, guardiamo al futuro. Già in questi spazi abbiamo infatti annunciato il futuro arrivo di un mensile dedicato al sauro atomico.

E sempre qui avevamo precisato che la prima miniserie a essere pubblicata sul nuovo periodico sarà Godzilla: Gangsters & Goliath. Ieri, con un post su Facebook, SaldaPress ha confermato il titolo:


La serie si compone di cinque uscite, per i testi di John Layman e i disegni del nostro Alberto Ponticelli. La storia ruota attorno alla missione del detective Sato che, nel tentativo di sgominare la banda Takahashi, si ritrova... sull'Isola dei mostri! Dovrà così vedersela tanto con i gangster che con i kaiju appunto! Come già accaduto con la serie di Stokoe, anche in questo caso si tratta di una licenza IDW Publishing.


Come potete notare dal testo del post di SaldaPress, riportato qui sopra, l'uscita è prevista per ottobre e sembra pure che la risposta iniziale a queste iniziative editoriali riguardanti Godzilla sia molto incoraggiante. Non potevamo sperare di meglio!


 

Ancora Frankenstein giapponesi su Nocturno


 
  

Come anticipato un mese fa, prosegue lo speciale “Frankenstein in Giappone” curato dallo specialista Max Della Mora per la rivista Nocturno.

Dopo la prima parte dedicata a Frankenstein alla conquista della Terra, il numero 211 di luglio, in edicola da pochi giorni, vede l'autore alle prese con il successivo Katango!


In sette nuove pagine illustrate, viene raccontata la genesi del progetto e il legame con la pellicola precedente, sempre di Ishiro Honda. Di particolare interesse è poi il paragrafo che illustra le altre apparizioni dei due “Gargantua” (come sono noti in America) ovvero Sanda e Gaira, fino alle differenze tra le due edizioni italiane (Katango, appunto, e Kong uragano sulla metropoli).

Ecco l'indice:

Frankenstein Made in Japan – La guerra dei Gargantua, in uno dei capolavori dei “film di mostri”

  • I giganti invadono la Terra
  • Il ritorno del “Devilfish”
  • Lost in Translation
  • Godzilla contro Gargantua
  • Katango, uragano sulla metropoli


 

Ricordiamo che per Nocturno questo è un ritorno “sul luogo del delitto”. Come già segnalato sul nostro forum, infatti, nel numero 95 (guarda caso anch'esso di luglio, ma del 2010) era infatti presente la cartolina con la locandina in lingua spagnola del film, La batalla de los simios Gigantes.

 


 

L'inedita scena dopo i titoli di Godzilla 2!


 
  

Che fosse nei piani di Michael Doughery una seconda scena dopo i titoli di coda di Godzilla II – King of the Monsters è cosa nota dallo scorso ottobre, quando il regista l'ha menzionata nell'intervista che avevamo riportato anche qui.

La scena, si ricorderà, vedeva coinvolte le gemelle Chen e Lin (entrambe interpretate da Zhang Ziyi) riunite in un nuovo tempio di Mothra sotterraneo, insieme a due bambine che rappresentavano la “successiva generazione” di sacerdotesse della dea falena, intente a vegliarne l'uovo. Nella foto di famiglia, pubblicata più volte, è possibile vedere sia le due scienziate (al centro) che le bambine (davanti a Chen, che ha i capelli corti, mentre Lin li ha più lunghi):

Di certo molto interessante e suggestiva, la scena non è stata però mai girata: tuttavia, ora è lo stesso Dougherty a pubblicare su instagram le pagine della sceneggiatura che la riguardano, insieme allo storyboard completo (disegnato da Anthony Winn). Vediamo la ricostruzione nel dettaglio!

Siamo a Tokyo. Nelle inquadrature iniziali la dottoressa Chen (indossa un impermeabile rosso che la distingue dagli altri) sbuca tra la folla di una sera piovosa:


La donna poi si stacca dal resto della gente e entra in un vicolo:


Raggiunge così un “ramen bar” e passa per la cucina, scambiando un cenno di saluto con il cuoco:


Poi prende un corridoio, passa accanto a due guardie armate della Monarch e, scendendo le scale, si toglie l'impermeabile:


Si incontra così con Lin intenta a leggere i geroglifici sui muri, che mostrano due figure gemelle. Non vediamo il volto di Lin, capiamo che la sua identità è una sorpresa che verrà rivelata dopo.

La sceneggiatura (potete leggerla sul post originale di Instagram) completa la scena con i dialoghi:

Lin – Iniziavano a preoccuparsi

Chen – Ho fatto più in fretta che ho potuto. Come stanno loro?

(a questo punto si sente un canto e si vede una luce).

Lin – Eccitate. E spaventate. Pensi siano pronte? Sono così giovani?

Chen – Lo eravamo anche noi.

Le due entrano così nel tempio sotterraneo:


Qui scopriamo finalmente che la seconda donna è, per l'appunto, la dottoressa Lin (sorella di Chen) e nel tempio vediamo un uovo di Mothra e le due gemelle bambine che lo venerano. I dialoghi proseguono:

Lin – Quando iniziamo?

Chen – Presto. Molto presto.

Le bambine sorridono e poi la scena si chiude con una dissolvenza a nero.


La scena di fatto conferma il futuro ritorno di Mothra, già suggerito nei titoli di coda ufficiali del film, quando il secondo uovo viene indicato da uno dei tanti articoli giornalistici mostrati (firmato da Steven Martin, rimando al personaggio di Raymond Burr nella versione occidentale del primo Godzilla):


Come spiegato dallo stesso regista, l'importanza della scena sta tutta nella conferma che Chen e Lin ricoprono nel MonsterVerse il ruolo delle sacerdotesse di Mothra della mitologia Toho, aspetto comunque già suggerito nel film da vari dettagli. Di sicuro ci sarebbe piaciuto vederla realizzata!


 

Full trailer per Gamera Arrow!


 
  

Manca poco più di un mese all'uscita della collection Arrow Video dedicata alla saga di Gamera che però... è già realtà!

Prima ancora di editare il box Blu-Ray Disc (che sarà disponibile dal 17 Agosto), già dall'1 Luglio tutti e 12 i film sono infatti disponibili per la visione sul canale streaming Arrow Channel (per America e Inghilterra). Per l'occasione è stato realizzato uno spettacolare full trailer sulla saga:

 


Il filmato si fa notare, oltre che per il tono epico, per la provocatoria tagline “The King is Dead”, chiaro riferimento a Godzilla che Arrow intende “superare” con la sua proposta (non è nemmeno troppo velato il confronto fra il suo atteso supercofanetto e quello del Grande G edito da Criterion).

Il trailer è il terzo dedicato alla collection, avevamo visto il primo nella precedente news, di seguito proponiamo anche il secondo:
 


 

Poster e trailer per “Nezura 1964”!


 
  Rilasciati da 3Y Co., Ltd. il poster e il trailer di Nezura 1964.

Il manifesto, nel quale sono ritratti i personaggi del film, ci permette di conoscere quali sono i principali attori del cast.



Dai character poster che vi abbiamo mostrato nella precedente News sappiamo già della partecipazione di Yukijiro Hotaru, Noboru Sato e Ippei Osako (rimandiamo come sempre alle schede sul sito per le biografie).
Vediamo ora quali sono gli altri interpreti del nuovo kaiju eiga di Hiroto Yokokawa a partire da Masanori Kikuzawa (secondo in alto da sinistra) che interpreta Tsukaji, direttore degli effetti speciali ispirato a Yonesaburo Tsukiji, che aveva lavorato a Gamera.
Si consolida poi il sodalizio tra il regista e Kazuma Yoneyama (in basso a destra), qui anche in veste di produttore, che interpreta Yukawa, personaggio basato su Noriaki Yuasa che a quel tempo si era occupato di realizzare un trailer ricavato dai circa 20 minuti di riprese dell’originale e che purtroppo si ritiene perduto in seguito al fallimento nel 1971 della Daiei che portò alla acquisizione della casa cinematografica da parte della Tokuma Shoten e successivamente alla fusione con la Kadokawa.
Torna sul grande schermo, a distanza di 14 anni, Himawari Ono (prima in alto da destra) che nel 2006 era una delle bambine che portano la pietra rossa a Toto in Gamera the Brave (la vediamo nello screenshot a seguire).



La Ono interpreta l’attrice Sachiko, mentre Yoshiro Uchida (in basso a sinistra), noto per essere stato il piccolo Toshio Sakurai in Gamera, è Takiyama, il modellatore del mostro.
Annunciata inoltre a sorpresa - dopo la pubblicazione del poster - la partecipazione di Mach Fumiake, ricordata dagli appassionati per aver indossato i panni di Kilara in Gamera Super Monster (in basso una rara foto d’epoca dal set):



La leggendaria ex lottatrice di wrestling giapponese (nella foto a seguire come appare oggi in compagnia del regista) è il leader di un’organizzazione che si oppone alle riprese del film.



In conclusione, ecco a voi il primo trailer diffuso oggi attraverso i canali ufficiali del film la cui uscita è prevista a dicembre 2020:



Nel filmato sono assenti scene con effetti digitali, che saranno realizzate soltanto a partire da settembre, ma possiamo notare la presenza di topi veri su set in miniatura, una scelta in ossequio al film originale.


La discussione sul forum
 

Pornozilla in DVD!


 
  

Chi ci segue da tempo conosce anche questa particolarissima “deriva” dedicata a Godzilla: ci riferiamo al cortometraggio italiano Pornozilla, realizzato da The Mefi (pseudonimo di Maurizio Arietti) nel 1987.

Il divertente (e delirante) lavoro, cui abbiamo dedicato anche una discussione sul nostro forum, rientra nelle opere amatoriali realizzate da appassionati con piglio più o meno ironico e oltre a vedere il sauro atomico impegnato in spericolate performance sessuali (con tanto di audio vintage da veri film v.m. 18), è negli anni diventato un piccolo cult, circolato però sempre in forma privata, attraverso gli scambi fra collezionisti.

Eppure anche per lui è arrivato il momento di una distribuzione ufficiale: il corto sarà infatti compreso nell'antologia VHS Generation vol. 2, in uscita per la collana Home Movies (da poco prodotta e distribuita da DigitMovies). Si tratta di un DVD che, come già il primo capitolo, raccoglie corti amatoriali italiani degli ultimi decenni per dar loro una rinnovata occasione di visibilità.

C'è di più, la raccolta comprende anche il meno noto e ancor più introvabile Pornozilla 2!

L'antologia rientra nella linea Italia Segreta, curata da Paolo Fazzini, e volta a riscoprire il “sommerso” e le opere underground del cinema italiano, in modo da documentare anche le pagine meno note della nostra cinematografia.

Una proposta sicuramente originale, che, almeno nel caso di Pornozilla, renderà lieti e divertiti gli appassionati più intransigenti e i completisti incalliti!