24/02/2020, ore 08:23 |  Login  |  Registrati

Ricerca Film in database:
Bookmark and Share




Skip Navigation Links
 HOME 
 FILM 
 NEWS 
 G WORLD 
 COMMUNITY 
Skip Navigation Links
Ricerca per mese

Addio a Shozo Uehara


 
Immagine associata alla news
  

È un brutto giorno per gli amanti dei tokusatsu: Asahi Shinbun ci informa infatti che all'età di 82 anni è scomparso Shozo Uehara, nome leggendario della serialità televisiva nipponica, noto agli spettatori italiani anche per il lavoro su alcune amatissime serie animate.

Nato a Naha, nell'isola di Okinawa, il 6 febbraio del 1937, Uehara inizia la sua carriera nel 1964 quando un premio vinto al National Arts Festival gli procura la chiamata dell'amico e collega Tetsuo Kinjo per raggiungerlo a Tokyo, alla Tsuburaya Production. Sono gli anni in cui si sta forgiando il mito dei tokusatsu con i primi passi della Ultra saga e proprio l'episodio 21 di Ultra Q segna il suo debutto come sceneggiatore per il genere.

Dopo essersi messo in proprio, diventando uno sceneggiatore free lance, Uehara continua a lavorare su serie tokusatsu, legandosi in particolare a Ultraman: peculiare ad esempio è il suo apporto a The Return of Ultraman (1971), dove è capo sceneggiatore e ha modo di lavorare con il Maestro Ishiro Honda (regista delle prime due puntate della serie). Seguono, negli anni successivi, puntate per Ultraman Ace (1972) e Ultraman Taro (1973), cui vanno aggiunti i contributi a serie come Zone Fighter (1973) e Zaborgar (1974).

Nel 1975, l'approdo alla Toei dove negli anni si è distinto sia su alcune storiche serie animate (Ufo Robot Goldrake, Capitan Harlock, Ken il guerriero), ma soprattutto per il contributo fondamentale dato alla creazione dei generi Sentai e Super Sentai, grazie alle sue sceneggiature per i capostipiti Himitsu Sentai Goranger (1975) e lo Spider-Man giapponese (1978).

A questi segue negli anni Ottanta un altro eroe mitico come Kamen Rider, con la sceneggiatura di quattro puntate di Kamen Rider Black (1987) e il film Kamen Rider J (1994).

Uehara torna infine a Ultraman nel 1996 per una puntata di Ultraman Tiga, segno di un legame che non si era mai del tutto sciolto.

Nel corso della sua carriera, Uehara si è interessato più volte ai temi della guerra e dell'inquinamento, dichiarando la sua predilezione per storie drammatiche e l'attenzione agli aspetti di rilevanza sociale, che ha sempre cercato di trasfigurare nei suoi script, aggirando i tabù imposti dalla programmazione televisiva: un interesse dovuto sia all'adolescenza in cui era stato costretto a lasciare Okinawa a causa delle devastazioni portate dalla seconda guerra mondiale, sia alle discriminazioni cui negli anni successivi erano sottoposti i nativi dell'isola nella capitale Tokyo.

Il tutto è poi confluito nella sua autobiografia, Kijimuna Kids, molto apprezzata e premiata, in cui ha raccontato, appunto, l'infanzia trascorsa a Okinawa e tutte le difficoltà dell'epoca.


Per una filmografia dettagliata, rimandiamo alla sua pagina di Internet Movie DataBase.




 





Lascia un commento

Ogni intervento deve rispettare il nostro regolamento.
Evitate inoltre gli spoiler oppure segnalateli !!!