18/08/2017, ore 22:05 |  Login  |  Registrati
Ricerca Film in database:
Bookmark and Share

Trailer e poster di Kong: Skull Island!


 
Immagine associata alla news
  

King Kong è tra noi! Al recentissimo panel della Warner Bros che si è svolto al San Diego Comic-Con, il re dei gorilla è stato fra i protagonisti, e ci ha portato in dote tante informazioni nuove sull'atteso Kong: Skull Island!

 

Iniziamo dal trailer, già doppiato anche in italiano:
 


Come sempre rimandiamo pure alla versione in lingua originale.

 

Il filmato ci permette di dare una prima occhiata al nuovo Kong, così come accade nel primo poster ufficiale:

 

A questo va unita anche l'immagine promozionale, diffusa prima del Comic-Con, con il cranio del primate (verosimilmente un altro esemplare della specie) vicino all'attore Tom Hiddleston, che ci dà un'idea più precisa delle proporzioni:

 

Le dichiarazioni rilasciate da Hiddleston e dal regista Jordan Vogt-Roberts, forniscono ulteriori dettagli.

 

Hiddleston (estratto da Deadline): 

Come è stato realizzare il reboot di King Kong?

Ho amato lavorare a Kong: Skull Island. E' stata un'esperienza davvero unica. Intanto per il cast di alto livello. Ci sono così tante persone con background talmente diversi e tali abilità! E poi perché abbiamo viaggiato in questi luoghi straordinari alla fine del mondo, che sono serviti da location, dove la natura è nella sua forma più bella e terrificante. E penso che il genio di Jordan Vogt-Roberts stia proprio lì, nella sua voglia di girare in luoghi reali, in modo da rendere l'Isola del Teschio attraverso parti del nostro pianeta assolutamente remote e mozzafiato. Dove puoi davvero credere che si possa originare un mito come quello di Kong. Altra cosa da dire è che parte della sua idea originale è stata quella di ambientare il film negli anni Settanta, è stata una sua precisa volontà.

Perché è così importante? 

Perché era un'epoca in cui la tecnologia non aveva raggiunto i livelli odierni e quindi l'umanità poteva forse ancora credere all'esistenza di misteri ignoti nel Sud Pacifico. C'è un'organizzazione nel film che si chiama Landsat, che usa tecnologia satellitare, quella che per noi oggi è familiare grazie ad applicazioni come Google Earth. Skull Island si ambienta proprio nei primissimi anni di sviluppo di quella tecnologia. Così, è il momento in cui i governi occidentali stanno provando a mettere insieme una specie di “occhio di Dio” sulla Terra e scoprono un posto che non conoscevano. Mandano lì una spedizione composta da soldati e scienziati per scoprire di cosa si tratta – e, beh, il resto lo vedrete.

A parte questo, le riprese sono state epiche e so, dai materiali che ho già visto e dall'esperienza che ho fatto, che si avverte davvero l'avventura in modo vivido. Penso che si sentirà il fatto che non è girato in un teatro di posa, si avvertirà il caldo della giunga e dei vulcani attivi nelle Hawaii, in Australia e in Vietnam.

 

Jordan Vogt-Roberts (da Entertainment Weekly):

Dalle dimensioni del teschio [nell'immagine promozionale] potete vedere che che sull'isola ci sono cose molto più grandi di quanto il pubblico non sia abituato con la tradizione di Kong, il nostro Kong è di gran lunga il più grande mai visto sullo schermo, e questo si traduce in molte cose diverse sull'isola.

 […]Il Kong di Peter Jackson era alto circa 7 metri, quello del 1933 andava dai 7 ai 14 metri, questo perché quando saliva sull'Empire State Building l'altezza aumentava, le dimensioni variavano per esigenze espressive! Il Kong degli anni Settanta era una via di mezzo.

 […]La cosa più interessante per me era quando grande dovesse essere, per [quell'umanità] che arriva sull'isola e non crede ai miti, non ha più in sé il concetto di meraviglia – perché vive in un mondo di disordini sociali e civili, dove tutto sembra crollare attorno, la tecnologia e gli eventi sembrano sopraffare – dunque [il problema diventa] quando deve essere grande questa creatura, in modo tale che quando ce l'hai davanti e la guardi, l'unica cosa che puoi pensare è “Questo è un Dio”.

 

Un aspetto importante riguarda il concept alla base della storia, non vedremo infatti un remake di King Kong:

Saremo molto chiari nel non raccontare [di nuovo] la storia della bella e la bestia: il film originale è un classico, la versione degli Anni Settanta è grande per quello che è, e la versione di Peter è una grande rivisitazione del film del 1933.

 

Nel film, Tom Hiddleston è un ex militare dello Special Air Service britannico. Brie Larson è invece una reporter di guerra, una di quelle che ha visto tante cose orribili e che quindi pensa di averle ormai passate tutte. Scommettiamo che Kong le farà cambiare idea?

Kong: Skull Island uscirà il 10 Marzo 2017.

 

La discussione sul forum