22/07/2018, ore 08:55 |  Login  |  Registrati
Ricerca Film in database:
Bookmark and Share

Kyle Cooper premiato al festival di Locarno!


 
Immagine associata alla news
  

Chi ci segue da tempo sa che abbiamo una passione speciale per i titoli dei testa cinematografici (c'è anche una discussione apposita nel nostro forum) e quindi accogliamo con doppio piacere la notizia del conferimento al Maestro Kyle Cooper del Vision Award al 71mo Festival di Locarno!

“Doppio” perché Cooper è anche legato strettamente alla saga di Godzilla: anzi, il grande titolista americano è fra i pochi a potersi vantare di aver lavorato alla serie sia dalla parte giapponese che da quella americana!

Nel 2004, infatti, è proprio Cooper a disegnare i titoli di testa di Godzilla Final Wars, che potete rivedere in questo video:

 

 

Un lavoro magnifico, reso ancora più straordinario dalla sua natura “artigianale”. In una bellissima intervista pubblicata su Vantage Point Interviews, infatti, Cooper spiega di aver creato delle lettere in legno che ha poi incendiato con un combustibile, per ottenere l'effetto delle fiamme che si vede nel video!

Dieci anni di pausa e poi riecco Cooper all'opera per i titoli di testa non meno memorabili del Godzilla di Gareth Edwards:

 

 

Naturalmente non dimentichiamo che nel corso della sua carriera, Cooper ha lavorato a tantissime altre pellicole, e merita di essere citato anche quello che resta probabilmente il suo contributo più famoso, la sequenza dei titoli di testa di Seven, di David Fincher!

A questa aggiungiamo anche quella di Mimic, del "nostro" Guillermo del Toro!

Siamo dunque felici per questo premio, di cui riportiamo la motivazione del direttore del festival di Locarno, Carlo Chatrian:

Kyle Cooper è uno degli artisti che più hanno influenzato l’immaginario cinematografico contemporaneo. Le sue oltre 100 creazioni sono state altrettante porte d’accesso a film iconici e amati da milioni di spettatori. Nei suoi titoli di testa, sperimentazione e ricerca grafica, dettagli rubati a microcosmi spesso invisibili e creazioni in CGI convivono rompendo le barriere tra cinema d’autore e popolare, tra artigianato e industria. Il premio che gli attribuiamo è al contempo il riconoscimento per la sua attività e l’invito a considerare il ruolo e il valore di questi piccoli film nel film




 





Lascia un commento

Ogni intervento deve rispettare il nostro regolamento.
Evitate inoltre gli spoiler oppure segnalateli !!!